La nostra storia.....

La storia recente della Pallavolo Recanati ha origine nel 1987 persso il Centro Culturale Sportivo e Ricreativo Le Grazie. In senso a questo circolo del quartiere Le Grazie, che si occupava di molteplici attività, tra cui nota è la mostra fotografica “Obbiettivo per tutti, un membro del Consiglio direttivo, Tiziana Angelolmè proveniente dall’ambiente del CUS Macerata ha avuto la brillante idea di inserire l’attività della pallavolo che inizialmente si limitava ad un gruppo femminile under 14.  L’anno successivo prendeva il via anche il 


settore maschile con una formazione di vecchie glorie provenienti dalla precedente società recanatese ASP Pallavolo. Gli oggettivi iniziali dell’attività erano prettamente sociali: “distrarre” i ragazzi da ambienti a rischio e aggregarli in realtà controllate, alimentate con sane discipline e valori sportivi.L’attaccamento a questi ideali è stata la linea portante dell’attività che nel corso degli anni ha acquisito sempre maggiori iscritti, ha aumentato la sua presenza nelle palestre di Recanati, ha partecipato a campionati provinciali e regionali in numero crescente, ha visto succedersi dirigenti e allenatori, inizialmente locali, in seguito provenienti anche da fuori Comune. Tutto ciò nel più puro spirito dilettantistico e di attività no-profit, retta dell’impegno di volontariato dei dirigenti e dall’autofinanziamento degli scritti. Senza grandi clamori e senza grosse attività promozionali il movimento ha raggiunto numeri sempre più significativi fino all’esplosione dell’anno in corso, con la rispettabile quota di 165 iscritti, ripartiti nei settori maschile e femminile e nelle varie categorie di età dai 6 anni ai 18 della prima squadra femminile ai 22 della prima squadra maschile.In seguito a ciò i responsabili del settore Pallavolo Le Grazie hanno sentito l’esigenza di trasformare il movimento in una società sportiva autonoma, con il benestare dell’intero CCSR. E’ nata così l’idea della Pallavolo Recanati fondata il 5 Maggio 2000 da un gruppo di 15 promotori tra cui dirigenti CCSR, genitori di atleti appassionati. La società mira a continuare l’attività del CCSR, raccogliendo  tutto ciò che di buono è stato creato, rimanendo fedele agli scopi sociali originari, con l’obbiettivo di garantire una maggiore organizzazione societaria e quindi un servizio migliore agli iscritti. Inoltre, la nuova struttura, forte dei consensi riscossi, intende presentarsi fortemente a tutta la cittadinanza recanatese, reclamando idonei spazi e opportunità per poter sviluppare la sua attività.Attività che si esprime soprattutto nel settore giovanile, con corsi di psicomotricità di base nei giovanissimi e tecnica fondamentale degli stadi successivi, con la competenza di validi tecnici e con una filosofia che non estremizza il valore agonistico, lasciando ai ragazzi la possibilità di esprimere nello sport lo sviluppo delle loro  relazioni sociali e di coglierne l’elemento di promozione umana e di socializzazione.